Sogno un mondo senza la festa della donna

Ci siamo appena liberati degli ultimi strascichi di San Valentino, oltrepassando indenni scatole di cioccolatini, cuscini a forma di cuore, palloncini rossi e orsacchiotti insignificanti, come un esploratore armato di machete attraversa una foresta di mangrovie e piante carnivore.
Abbiamo altresì superato il tunnel delle maschere di carnevale, evento ormai trasformatosi nella ghiotta occasione per alcune donne di scoprire metri quadri di pelle che altrimenti non si permetterebbero durante l’anno e per alcuni uomini di palpare chiappe con la scusa della maschera.

Si avvicina ora inesorabile l’8 marzo. Con gli scatoloni di mimose vendute a carati (solo perché sono gialle non vuol dire che debbano seguire le quotazioni dell’oro alla borsa di Londra). Con orde di esemplari del sesso femminile a caccia di uno degli innumerevoli ingressi gratis in discoteca, serate per sole donne, persino il museo gratuito quest’anno. Continuo a chiedermi dove sia il senso in tutto questo.

Lo chiedo a voi donne. Per quale motivo avete ancora bisogno di un’occasione particolare per sentirvi autorizzate a riunirvi in gruppi di quattro (perché in 4 fa molto sex-and-the-city-donne-indipendenti che passano la metà del tempo a piangere per quanto si sentono tristi a non avere un uomo); per quale motivo solo un giorno all’anno sentite il bisogno di assistere a spettacoli di spogliarellisti; per quale motivo pensate che quel giorno, proprio quello lì, l’8 marzo, avrete il diritto di chiedere al vostro compagno-marito-fidanzato di fare le pulizie o cucinare o whatever al posto vostro, senza sentirvi delle madri-mogli-fidanzate snaturate e indegne. Tutto questo, perché?
Personalmente penso che festeggiare l’8 marzo sia sinonimo di sconfitta per le donne. Significa accettare il fatto che è giusto che vi si concedano 24 ore di libera uscita, a patto che per il resto dell’anno torniate ad essere servizievoli e dimesse come vi si confa.

A questo proposito, un piccolo ragionamento matematico, da bravo ing. quale sono: 24 ore in un anno vuol dire una media di 2 ore al mese, significa che un carcerato al 41 bis ha l’ora d’aria più lunga della vostra.

Piccolo spaccato di vita vissuta: quand’ero ancora un pischello e per pagarmi la ricarica al cellulare lavoravo saltuariamente come cameriere, mi toccò il turno in un pub la sera dell’8 marzo, con ingresso chiaramente vietato ai pisellomuniti. Io e altri 4 ragazzi. Servire ai tavoli e a un certo punto della serata inscenare una specie di spogliarello.
Ho visto cose.
Ho visto ragazze e donne cambiare come il giorno con la notte, urlare e strepitare nel tentativo di palpeggiare un culo peloso, che quando gli ricapita un’occasione così tragressiva!
Ho visto cozze mediamente orripilanti trovare il coraggio di chiamare il cameriere e lasciargli un bigliettino col proprio numero di telefono.
Ho visto soggetti che nella vita normale venderebbero la vagiaina come se fosse laccata in platino, flirtare col primo uomo medio capitato a tiro.

Possibile che una persona possa essere così diversa da se stessa solo per un’occasione all’anno? Possibile che serva una scusa plausibile per fare quello che davvero le va?

Ma se è questo ciò di cui avete bisogno, perché non mettete in chiaro le cose coi vostri partner fin dall’inizio, così da evitare fraintendimenti successivi? O meglio ancora, perché non scegliete al vostro fianco uomini “illuminati”, che siano in grado di ascoltare e interpretare i vostri bisogni con la stessa attenzione con cui difendono i propri?

Esistono, vanno solo cercati.

La vera emancipazione, quella che ancora ahimè non c’è, è solo una vostra scelta. La selezione naturale farà il resto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • per contattarci

    questiulivi@gmail.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: